fbpx

La crescita di un territorio passa anche attraverso la formazione degli operatori che quotidianamente lo vivono, ed è per questa ragione che l'Ente Parco Nazionale della Sila ha realizzato una Summer School dedicata alle strategie di marketing nelle aree naturali protette.

Questo corso intensivo ha avuto come protagonisti imprenditori, dipendenti di parchi, operatori turistici, studenti e laureati in Scienze Turistiche, i quali hanno avuto modo di conoscere ed approfondire temi legati al marketing, la comunicazione on line, le ricerche di mercato, il turismo sostenibile, le nuove tecnologie legate allo sviluppo turistico e l'analisi di diversi casi di successo in Italia e nel mondo.
I docenti della Summer School sono tra i migliori esperti di marketing turistico, provenienti da università europee: Carlo Maria Gallucci, vice direttore della Llull University di Barcellona, il quale ha tenuto una lezione sul marketing strategico; Giuseppe Emanuele Adamo, marketing lecturer alla University of Bedfordshire Business School di Londra, che ha spiegato come effettuare ricerche di mercato; Lorenzo Cantoni, direttore dell'Istituto di tecnologie per la comunicazione presso l'Università della Svizzera Italiana a Lugano, il quale ha esposto una lezione sull'e-tourism e la comunicazione on line; Maurizio De Rose ricercatore dell'Università della Calabria che ha spiegato l'importanza del web marketing nel settore turistico; Alfredo Garro, professore associato di Sistemi di Elaborazione dell'Università della Calabria, che ha discusso dell'informatica e della comunicazione per le imprese ed i territori; Tiziana Rossin professoressa dell'Università della Calabria che ha parlato di comunicazione turistica e territoriale tramite i canali tradizionali; Roberto Santamato, professore associato di Marketing del Turismo all'Università di Bari, il quale ha spiegato la sostenibilità nel turismo, portando all'attenzione esempi concreti in Italia e nel mondo.
La Summer School è stata diretta da Sonia Ferrari, Commissario Straordinario del Parco Nazionale della Sila, docente di Marketing del Turismo e coordinatore del corso di laurea in Scienze Turistiche all'Università della Calabria. L'idea del corso è stata lungimirante e ha permesso di acquisire conoscenze fondamentali per chi opera nel settore turistico. Un costante aggiornamento, la conoscenza degli strumenti di marketing più innovativi, il confronto tra i vari operatori, lo studio di casi di successo dai quali prendere spunto per far crescere il proprio territorio, sono stati i punti cardine di questa esperienza formativa. La prima edizione si è svolta dal 22 al 26 giugno a Lorica di San Giovanni in Fiore presso la sede del Parco ed ha avuto ben 62 partecipanti. Al termine dei lavori i promotori dell'iniziativa hanno dichiarato l'intenzione di ripetere l'esperienza, affrontando anche altri argomenti sempre inerenti al marketing territoriale. Organizzare corsi di questo genere è fondamentale per permettere la crescita dei territori poiché il confronto con realtà internazionali stimola lo sviluppo e la produttività dei singoli attori coinvolti.
Il Parco Nazionale della Sila è candidato a diventare Patrimonio Unesco: la presenza di biodiversità a livello faunistico e floristico lo rende un luogo unico al mondo, da preservare. Il riconoscimento Unesco permetterà al Parco Nazionale della Sila di avere maggiore visibilità, sia come sito naturalistico che come sito turistico a livello mondiale. Per sostenere la candidatura del Parco è possibile sottoscrivere un form on line: http://www.parcosila.it/it/component/content/article/4-statici/959-candidatura-whl.html

 

debora calomino 180x226Debora Calomino

Twitter @CalominoDebora

 

LEGGI ANCHE: CALABRIA, IL PARCO DELLA SILA CANDIDATO ALL'UNESCO

IL PIÙ GRANDE CONCORSO FOTOGRAFICO AL MONDO: WIKI LOVES MONUMENTS