fbpx

Durante il “China Insight” al BIF&ST 2019 siglato un protocollo d’Intesa tra AFC e Gruppo Hengdian per consolidare il legame tra turismo e cinema italiani e cinesi

L’edizione 2019 del Bif&st - Bari International Film Festival, svoltasi a Bari dal 27 aprile al 4 maggio scorsi, ha ospitato per il secondo anno consecutivo il “China Insight”, la due giorni di confronto e di scambio di buone pratiche con il mondo cinematografico culturale ed economico cinese organizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura a Shanghai.

Con l’occasione è stato siglato un protocollo d’intesa tra AFC e il Gruppo Hengdian, il colosso cinese dell’entertainment proprietario di una vera e propria “cittadella del cinema” a circa 300 chilometri da Shanghai che, oltre ad essere uno degli studi cinematografici più grandi del mondo con oltre 80 teatri di posa e set per le riprese, è un punto di interesse per gli appassionati di turismo cinematografico e conta quasi 17 milioni di visitatori all’anno.

L’accordo di collaborazione è decisamente ampio: si parla di possibilità di scambio di uomini e mezzi, di attività di formazione e di progetti che potranno essere sviluppati, sia in termini di realizzazione e distribuzione congiunta di opere cinematografiche sia – soprattutto – di promozione turistica regionale.

Il governatore Michele Emiliano ha riconosciuto la grande opportunità per la Regione rappresentata da questo accordo e ha invitato tutti a lavorare alacremente presentando tante proposte affinché la Cina percepisca il concreto interesse del territorio nei confronti di questa iniziativa. Anche l’assessore all'Industria turistica e culturale di Regione Puglia Loredana Capone ha sottolineato l’importanza della rete di relazioni che costruita con il Gruppo Hengdian, che consentirà di comunicare l’identità regionale ad un numero importante di persone consacrando il cinema come mezzo al servizio della promozione turistica di un territorio e, allo stesso tempo, di guardare all'esperienza cinese in questo campo per rafforzare e sviluppare le attività dei cineporti di Bari, Lecce e Foggia.

Questo protocollo d’intesa trova felice corrispondenza nel Piano Strategico di Aeroporti di Puglia, recentemente presentato ai più importanti stakeholder nazionali, che prevede lo sviluppo dei collegamenti per il Far East, gli Stati Uniti e ovviamente la Cina. Nello scorso mese di marzo, infatti, Aeroporti di Puglia ha sottoscritto un Memorandum d’intesa con CITS - China International Travel Service che punta a diffondere e promuovere sul mercato cinese la “destinazione Puglia” nell’ambito del progetto “Italia Top Destination”.

Anche Regione Puglia scommette quindi sul cinema: sicuramente questa sarà una storia a lieto fine.