fbpx

Un bando da 3 milioni di euro per sostenere la musica, la danza, il teatro e l’arte all’interno del territorio regionale e nei luoghi della cultura

La cultura e l’arte sono linfa vitale per la crescita sociale dei territori: attraverso gli spettacoli dal vivo è possibile veicolare sapere e bellezza, coinvolgendo gli spettatori anche dal punto di vista emotivo.

La Regione Lazio, per incentivare la creazione di spettacoli dal vivo, ha emanato un bando da tre milioni di euro, sostenendo iniziative virtuose in tutto il territorio. Per l’annualità 2019 verranno finanziati tutti i 77 progetti ammissibili, per un totale di 2.267.362 euro, ben il 62% in più rispetto al 2018. Grazie a questo bando saranno finanziate 21 attività di produzione di spettacoli dal vivo, teatrale e di danza, 30 festival e rassegne di spettacoli sempre dal vivo, 3 ensemble musicali e orchestre e 23 progetti destinati alla formazione, all’educazione e alla partecipazione del pubblico.

Oltre a questi contributi, saranno erogati ulteriori risorse economiche per spettacoli dal vivo a carattere amatoriale (150 mila euro), per residenze di spettacoli live (104.166 euro), per officine culturali e di teatro sociale (100 mila euro), per gli avvisi quadrimestrali per l’animazione serale del WeGil di Trastevere (240 mila euro) e un avviso pubblico ancora in corso, per l’animazione estiva al Castello Santa Severa (80 mila euro).

Tra le novità messe in atto c’è l’introduzione della triennalità per una serie di attività come i centri di produzione teatrale e di danza, i festival e le rassegne di spettacolo dal vivo, la formazione, l’educazione e la partecipazione del pubblico, con il coinvolgimento dei bambini. Durante la prima annualità sarà necessario presentare il progetto triennale e il programma annuale, successivamente le Commissioni si occuperanno di valutare i programmi, i quali dovranno mantenere i requisiti qualitativi e quantitativi del progetto presentato: qualora ci fosse una valutazione negativa, il progetto perderà il contributo. A breve sarà presentato inoltre un nuovo avviso da 600 mila euro con il fine di valorizzare il patrimonio laziale grazie agli spettacoli dal vivo. Le iniziative dovranno prevedere la realizzazione di un minimo di dieci spettacoli dal vivo nell’arco temporale compreso tra l’1 luglio 2019 e il 20 giugno 2020, in uno dei luoghi facenti parte della Rete delle Dimore Storiche del Lazio oppure negli ambiti territoriali come Città d’Etruria, Ville di Tivoli, Città di Fondazione, Cammini della spiritualità, Sistema di Ostia Antica e Fiumicino, Sistema della Via Appia Antica.

Al bando potranno partecipare i soggetti giuridici privati che operano nello spettacolo dal vivo, in possesso di un titolo di disponibilità da parte dei gestori del bene e gli enti locali , gli enti di gestione delle aree naturali protette, gli organi e gli istituti del MiBAC competenti in materia, anche in forma associata. I bandi dedicati alle attività culturali sono disponibili e consultabili sul sito web dedicato.