fbpx

Ceregnano è l'unico Comune d'Italia ad aver istituito l'assessorato alla Felicità. Itinerari e percorsi turistici che invitano a scoprire il territorio grazie a un'operazione di marketing territoriale che ha portato anche a ottenere i fondi europei


Si chiama Ceregnano, ha meno di 4000 abitanti, si trova in provincia di Rovigo ed è il Comune della Felicità. O meglio, per non far torto a tutti gli altri Comuni belli e felici d'Italia, è l'unico Comune del nostro Paese ad aver istituito un apposito assessorato alla Felicità.
"Una buona intuizione che abbiamo trasformato in qualcosa di concreto" ha spiegato il sindaco Ivan Dall'Ara, colui che ha nominato Elena Dall'Oco assessore alla Felicità. Una precisa scelta di marketing territoriale e di promozione, a quanto pare vincente: "Abbiamo sviluppato un progetto turistico che ha ricevuto il sostegno dell'Unione Europea e abbiamo fatto percepire che la felicità è un valore" spiega ancora il sindaco.
Il primo cittadino di Ceregnano illustra il senso del suo piano di marketing: "Dobbiamo essere consapevoli che in questi tempi di crisi, la valorizzazione del territorio e delle sue imprese e la competizione non si gioca più tra singoli soggetti, ma tra sistemi a base territoriale, i soli capaci di generare oggi competitività, innovazione e capacità di risposta dinamica".
Da lì è nato anche un percorso di formazione dedicato agli Itinerari della Felicità per i tour operator dove esperti e stakeholder hanno spiegato come fare sistema e inquadrare la strategia utile a far crescere il territorio dal punto di vista ricettivo: "Ci sono studi americani che spiegano come un aumento del Pil di un'area non corrisponde ad un aumento dell'Happy Index, l'indice di felicità percepita, che è tra gli indici che viene rilevato negli Usa. Anzi è stato dimostrato che ad un crescere del Pil l'Happy Index è calato" ha spiegato Vittorio Mascherpa, consulente esperto in formazione.

Mascherpa sottolinea: "Sant'Agostino diceva che felicità è desiderare ciò che si possiede. Ma come si declina questa lezione nel concreto del turismo? Dobbiamo imparare a godere ciò che già c'è: vedere con occhi nuovi ciò che già abbiamo. Ed è questo il compito dell'operatore turistico: insegnare al cittadino come vedere il territorio dove si viene ospitati".
Ceregnano dunque ha insegnato come le aree attorno al Canal Bianco possono diventare meravigliosi percorsi ciclabili, pedonali, fluviali (in canoa) e da farsi cavallo all'insegna della felicità. E poi sono arrivati i finanziamenti europei che hanno portato al Comune i fondi necessari per realizzare percorsi turistici e promozione.
Quasi a voler dimostrare che la felicità attira altra felicità.

 

LEGGI ANCHE: La felicità degli italiani: con il mare non c'è paragone

Felicità... è andare in vacanza nella natura

"Happy", tutta la grande bellezza italiana nei video virali

 

Fonte foto: Quiceregnano.eu