fbpx

Tassi di crescita eccezionali per gli arrivi di turisti arabi e cinesi in Portogallo. I cinesi mostrano interesse per storia e cultura, gli arabi per lo sport
Cristiano Ronaldo e i suoi compagni di squadra tornano in Portogallo, dopo l'eliminazione di ieri ai mondiali brasiliani, ma a "fare compagnia" alla selezione lusitana ci sono sempre più arabi e cinesi, la cui presenza turistica in terra portoghese è esplosa negli ultimi anni
Il numero di turisti cinesi che si reca nelle strutture alberghiere del Portogallo, spiega l'agenzia Xinhua, è cresciuto del 232% tra il 2009 e il 2013, con il numero di visitatori passato da 23.000 a 74.000. Addirittura più sostenuto il ritmo di crescita dei visitatori provenienti dagli Emirati Arabi, incrementato del 140% nel solo 2013.
E così il Portogallo si attiva per far salire ulteriormente i flussi internazionali, considerando che il turismo vale circa il 3,7% del Pil nazionale e che l'anno scorso sono stati registrati 8 milioni di arrivi dall'estero su una popolazione di 10 milioni. Per intercettare i viaggiatori dalla Cina vengono quindi realizzati corsi di formazione, convegni e certificati che attestino l'accoglienza "China friendly" delle strutture alberghiere. "I cinesi non vengono qui solo per rilassarsi, ma per conoscere arte e cultura" ha affermato Wolfgang Georg Arlt, direttore del China Outbound Tourism Research Institute, durante una conferenza a Lisbona.
Dagli Emirati Arabi, invece, l'incremento dei flussi è stato reso possibile anche dal nuovo volo della Emirates verso Lisbona, istituito nel 2012. In questo caso, tra le motivazioni principali dell'interesse verso la terra lusitana pare essere il turismo sportivo: "Molte famiglie mandano i loro i figli nelle scuole di addestramento sportivo, e Cristiano Ronaldo è diventato ambasciatore per gli Emirati" spiega Claudia Miguel, responsabile delle relazioni commerciali di Emirates.

 

LEGGI ANCHE: Lisbona e il Portogallo fanno il pieno di World Travel Awards

Francia, "operazione simpatia" per raggiungere i 100 milioni di turisti

La Svizzera spera in qualche aiuto dall'Italia

L’Honduras a caccia di una vittoria scaccia crisi