fbpx

Il portale Airbnb stila una graduatoria sulle località più ospitali d’Europa e d’Italia. A livello continentale domina il Nord, mentre nel nostro Paese l’accoglienza è al top a ogni latitudine, dal Piemonte alla Sardegna passando per Campania, Liguria e Umbria

 

Da Torino alla Sardegna, dalla Riviera Ligure alla Costiera Amalfitana passando per Perugia: sono questi i luoghi più ospitali d’Italia secondo Airbnb, il portale per la condivisione e la prenotazione di case e alloggi in tutto il mondo.

Fondato nel 2008 e con sede principale a San Francisco, Airbnb è un portale in cui le persone iscritte possono pubblicare, scoprire e prenotare via Internet alloggi di privati in tutto il mondo. Tra le 35.000 città e i 192 Paesi in tutto il mondo in cui è presente, Airbnb ha esaminato le centinaia di commenti e feedback rilasciati dagli ospiti al termine del proprio soggiorno, arrivando a realizzare un indice di ospitalità con una classifica delle 10 città più ospitali d’Europa e dei 5 luoghi più ospitali d’Italia.

Nella classifica europea, a dominare sono le località dell’Europa Centrale e del Nord: al primo posto si trova infatti la città svizzera di Zurigo, seguita dalla metropoli tedesca di Francoforte. L’Europa “latina” occupa il terzo e il quarto posto, rispettivamente con Porto e Nizza, ma dal quinto all’ottavo posto tornano le città dell’Europa centro-settentrionale: Vienna, Amburgo, Oslo e la britannica Brighton. Al nono posto Maiorca, nelle Baleari, mentre la top 10 è chiusa dall’irlandese Dublino.

Per quanto riguarda il nostro Paese, la graduatoria di Airbnb vede una certa uniformità tra Nord e Sud, così come tra mare e città. A essere incoronati come 5 luoghi più ospitali d’Italia sono stati infatti la città di Torino e quella di Perugia, così come località turistiche balneari come la Riviera Ligure, la Costiera Amalfitana e la Sardegna. Una mappa dell’accoglienza, quella di Airbnb, che conferma come l’ospitalità italiana sia di casa a tutte le latitudini.

 

LEGGI ANCHE: Airbnb, tra condivisione del mondo e rischio di bulli