fbpx

Cresce l'importanza economica dell'agricoltura biologica in Emilia Romagna. Sono oggi 3661, tra aziende agricole e operatori del settore, le realtà che hanno deciso di non utilizzare prodotti di origine chimica nelle varie fasi di produzione ed allevamento. Un dato in crescita, rispetto all'ultimo rilevamento del 2010, quando il numero di operatori biologici era di 3615.

Secondo i nuovi criteri di classificazione per tipologia di attività introdotte dal Ministero, in Emilia-Romagna sono complessivamente 2.759 le aziende agricole e 1.173 gli operatori che svolgono attività di trasformazione e vendita dei prodotti biologici, di cui 902 in forma esclusiva e 271 in connessione con l'attività agricola. In particolare, la provincia emiliano-romagnola che ha fatto registrare l'incremento più consistente in questo settore è quella di Forlì-Cesena: in questo territorio, infatti, ci sono in totale 545 aziende agricole, di cui 286 nel settore bio.