fbpx

A luglio due settimane di alberghi e tribune piene a Bardonecchia, grazie al ritiro della Samp. “Speriamo di proseguire, il feeling con la società e i tifosi blucerchiati è eccezionale” dice il sindaco Roberto Borgis

 

Un rapporto stupendo e gli alberghi pieni. Difficile chiedere qualcosa di più di quanto Bardonecchia ricava dal ritiro della Sampdoria nel proprio Comune: squadra disponibile, fair play e un ritorno economico che va anche oltre i quindici giorni in cui i blucerchiati preparano il campionato in valle.

Anche quest’anno, dopo la positiva esperienza del 2012, Bardonecchia ospiterà per due settimane (dal 13 al 28 luglio) il ritiro per la preparazione estiva della Sampdoria di Garrone (e allenata da Delio Rossi). Due settimane i cui benefici effetti si prolungano per tutto l’anno, come ci spiega il sindaco di Bardonecchia, Roberto Borgis.

“Sono tanti i turisti che dopo aver conosciuto Bardonecchia d’estate durante il ritiro, poi tornano d’inverno per sciare. E in questo senso la Sampdoria è proprio il nostro target ideale: perché la Liguria è vicina, perché i liguri che hanno voglia di sciare non mancano e perché vengono in genere con le famiglie”

E d’estate, durante il ritiro, quali sono i numeri della presenza blucerchiata?

“Da tutto esaurito. Le tribune del campo sportivo, che quest’anno abbiamo ampliato da 1600 a 2000 posti, sono sempre piene, specialmente per le tre amichevoli. E volendo tenerci proprio bassi possiamo dire che tra allenamenti e partite arrivano almeno 15.000 persone, più o meno mille al giorno. Solo contando le presenze al campo, perché non è detto che mentre un genitore guarda l’allenamento i figli non siano a giocare al parco...”

E soprattutto sono persone che si fermano a Bardonecchia, giusto?

“Sì, anche in questo caso possiamo parlare più o meno di tutto esaurito: i tifosi in genere preferiscono gli alberghi e su 2500 posti letto a Bardonecchia, almeno 2000 sono occupati per il periodo del ritiro. E poi certo, ci sono anche i turisti che affittano un appartamento. Nel complesso non sono mai stati fatti calcoli matematici, ma sicuramente stiamo parlando di un ritorno diretto nell’ordine dei milioni di euro”

Un risultato che fa bene a tutto il territorio di Bardonecchia, indubbiamente. Ma qual è l’investimento che istituzioni e cittadini mettono a disposizione per ottenerlo?

“Ci sono diversi elementi da considerare. Innanzitutto la Regione ha coperto, con un apposito bando, la metà dei 380.000 euro pagati alla Sampdoria per ospitare il loro ritiro. Inoltre l’amministrazione comunale ha provveduto a modificare il manto del campo sportivo, sovrapponendo un manto di erba naturale al sintetico: per quest’opera abbiamo stanziato 250.000 euro all’inizio e 50-60.000 euro all’anno di manutenzione (ci avevano detto che il manto sarebbe durato qualche mese, ma forse grazie al microclima locale è ancora in ottimo stato dopo tre anni). Abbiamo poi un gruppo di cittadini volontari – molti giovani, qualche carabiniere in pensione, la Croce Rossa e la Pro Loco – che si occupano della sicurezza e della sorveglianza. Dall’altra parte, per fare cassa abbiamo ottenuto alcune sponsorizzazioni grazie alla Camera di Commercio, e facciamo un po’ di merchandising con le magliette e i poster dedicati a Bardonecchia blucerchiata”

Quello che si suol dire un investimento che dà i suoi frutti, considerata la presenza genovese sull’inverno cui accennava in precedenza.

E il rapporto con la squadra e la società com’è?

“Stupendo. Capita di vedere un giocatore prendere il gelato in via Medail o a pranzo con la moglie al Pian del Sole... E con la società si è instaurato un buon feeling, basti pensare che per il Torneo Ravano, che la Samp organizza per i ragazzi delle elementari, abbiamo mandato una nostra rappresentativa che loro hanno provveduto a ospitare”

Sembra ci siano tutti i presupposti per continuare con questa esperienza.

“Nel 2014 sarà il terzo anno, l’ultimo del contratto attuale. Da parte nostra c’è ovviamente tutta l’intenzione di mandare avanti questo bellissimo e proficuo rapporto con la Sampdoria”

 

LEGGI ANCHE: Pinzolo e Inter, un legame da cinque milioni di euro

Dimaro accoglie il Napoli. Il sindaco: Determinanti per la nostra stagione estiva

I ritiri estivi delle squadre di Serie A e il legame che resiste tra calcio e territori