La prima edizione del Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings si terrà alle Ogr di Torino il 27 e 28 novembre 2018 e sarà molto più di una business convention

Ibrida, elettrica, connessa, a guida autonoma e addirittura volante. Il futuro della mobilità affascina e interroga aziende, intere filiere produttive e territori a vocazione industriale come il Piemonte e il suo capoluogo Torino. E sarà proprio la prima capitale d'Italia, da sempre legata a doppio filo con i motori in tutte le loro declinazioni - dal volo al trasporto su gomma - ad ospitare la prima edizione dei Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings, il 27 e 28 novembre alle Officine Grandi Riparazioni (Ogr). Esperti e operatori da tutto il mondo si ritroveranno nel capoluogo piemontese per discutere le rivoluzioni del settore: dai veicoli a guida autonoma alle smart infrastructures.

Sistemi avanzati di guida assistita, veicoli autonomi e connessi, trasporti ibridi ed elettrici, infrastrutture “smart” e nuovi modelli di mobilità, digitalizzazione, big data e cybersecurity: con VTMVehicle & Transportation Technology Innovation Meetings, la nuova frontiera della mobilità globale è a Torino.

La capitale italiana dell’automotive, da sempre attenta alle nuove tecnologie, diventa per due giorni la capitale mondiale dell’innovazione nel settore della mobilità, con uno sguardo a 360° sui veicoli, le infrastrutture e i servizi a disposizione delle persone. Martedì 27 e mercoledì 28 novembre Torino ospiterà per la prima volta VTM, la business convention che si articolerà in una serie di conferenze, workshop e incontri commerciali tra i più importanti operatori internazionali del comparto, per fare luce su quali saranno le rivoluzioni dei prossimi anni nel modo in cui i cittadini del mondo si muovono.

Promotori locali dell'evento sono la Regione Piemonte e la Camera di Commercio di Torino che, in collaborazione con la società specializzata ABE - Advanced Business Events, in cooperazione con Ceipiemonte, hanno dato vita alla prima edizione di questo evento imperniato sul futuro della mobilità e dell’automotive. Tra le aziende che saranno presenti: FCA, General Motors, AVL, A^3 by Airbus/Vahana, BJEV - Beijing Electric Vehicle, Bosch, Car2Go, Comau, CSI-IMQ, Denso, Deutsche Bahn, Ducati Motor, Enel, Italdesign, ITT, Iren, Magneti Marelli, McLaren, NVIDIA, Pininfarina, Porsche Consulting, SKF, Telecom Italia, Thales Alenia Space. Alla realizzazione dell’iniziativa collaborano, inoltre, Anfia, Amma, Api Torino, Confindustria Piemonte e Unione Industriale Torino ed è attivamente coinvolto il mondo accademico torinese – Politecnico di Torino e Università di Torino – nonché i Poli di Innovazione ed Intesa Sanpaolo Innovation Hub che sarà tra i sostenitori dell’iniziativa.

«La mobilità – commentano il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e l'assessore alle Attività produttive, Giuseppina De Santis – è oggi un tema multisettoriale, che abbraccia più tecnologie e più competenze. I big player del settore devono sempre più essere connessi tra loro e avere l'opportunità di incontrare nello stesso contesto attori diversi, affinché da questa contaminazione di professionalità nascano nuove partnership e obiettivi più sfidanti. Il nostro auspicio è che da questo evento possano arrivare spunti concreti per le sfide di un fenomeno che è innanzitutto sociale e la cui rivoluzione sta radicalmente cambiando i nostri comportamenti e stili di vita. L'iniziativa ha anche l'opportunità di coinvolgere il nostro sistema delle imprese del territorio, che stanno già investendo in innovazione in maniera efficace, affinché si sentano parte attiva di una sfida cruciale per il futuro». 

Nella prima giornata, martedì 27 novembre, il programma prevede una serie di conferenze sui temi di maggiore impatto sociale e tecnologico per la mobilità di domani: dalle auto a guida assistita o autonoma per la sicurezza stradale, ai mezzi elettrici e ibridi a basso impatto ambientale, dalle nuove infrastrutture e servizi intelligenti alle tecnologie legate alla raccolta dei dati e alla digitalizzazione. Particolarmente ricco il panel di relatori della giornata di conferenze, con i rappresentanti delle massime realtà industriali del mondo che si confronteranno e illustreranno i propri progetti. 

Si proseguirà nella seconda giornata, dedicata al BtoB. VTM sarà infatti anche l'occasione per far conoscere a buyer internazionali le competenze e le specializzazioni che le pmi torinesi, della filiera automotive e non solo, hanno da offrire in vista di questa radicale trasformazione del settore, che è già presente. 

«Oggi con la Regione Piemonte presentiamo VTM per realizzare la business convention che riconferma Torino e il Piemonte protagonisti della filiera della componetistica automotive internazionale, forti delle loro 762 imprese che rappresentano il 40% del fatturato italiano –  dichiara Vincenzo Ilotte, presidente dell’ente camerale –. Oltre a sostenere digitalmente le medie e piccole imprese con interventi a fondo perduto che quest’anno raggiungeranno i 700mila euro, la Camera di commercio di Torino si impegna a valorizzare anche l’innovazione nelle tecnologie automobilistiche e nella gestione di sistemi e infomobilità. Lo fa con business convention come VTM, ma anche attraverso incontri tra start up e investitori privati internazionali. Il 26 novembre infatti, al grattacielo Intesa Sanpaolo, promuoveremo con lo European Mobility & Industry Venture Forum, collegato allo stesso VTM, 30 start up e aziende high tech alla ricerca di capitali nei settori automotive e smart mobility, con possibilità di candidarsi on line fino al 25 ottobre».

«Questo evento dedicato alla mobilità sostenibile si inserisce in un contesto molto più ampio che vede il nostro territorio riappropriarsi del ruolo che storicamente gli appartiene ma in una veste più moderna e attuale – dichiara Pierpaolo Antonioli, presidente Ceipiemonte –. Il nostro VTM è l’occasione per valorizzare e presentare ad un pubblico internazionale le competenze e le capacità della filiera dell’auto che oggi, più di ieri, abbraccia settori molto diversi tra loro, sia come prodotto che come servizi. È il primo passo di quello che potrà essere il rilancio di uno dei settori più importanti del nostro contesto industriale». 

Il meeting di Torino sarà un’anteprima globale di ciò che vedremo nelle strade – e nei cieli – del mondo nei prossimi anni.