fbpx
su marmuri

Un milione e mezzo all'anno i visitatori delle grotte turistiche in Italia, di cui un quinto stranieri. La Sardegna in testa per numero di siti, 12 su 52 in Italia


Chi pensa al turismo in Sardegna pensa inevitabilmente al mare cristallino dell'isola, al suo patrimonio culturale e gastronomico, al fascino dell'entroterra. Ma la Sardegna ha molto da offrire anche per così dire "sotto terra", vale a dire nelle sue grotte, già notevolmente apprezzate dai visitatori della Sardegna.
La regione insulare, infatti, primeggia in Italia anche nel campo del turismo speleologico, con la più alta concentrazione di grotte turistiche in Italia: 12 i siti registrati. A certificarlo i dati dell'Associazione Grotte Turistiche Italiane, che ha appena concluso proprio in Sardegna una due giorni di convegni sulla formazione di guide specializzate.
Il turismo speleologico attira in Italia 1,5 milioni di visitatori l'anno, di cui il 20% stranieri; complessivamente, questo segmento dell'industria turistica genera un fatturato, tra indotto e diretto, di 25 milioni di euro, grazie alle 52 grotte turistiche sparse per la Penisola (24 quelle iscritte all'Agti). La durata media di visita delle grotte varia da 15 minuti fino ad oltre tre ore in base alla grandezza e alla profondità.
Dopo la capolista Sardegna c'è il Friuli-Venezia Giulia, che ha sei siti speleologici, poi la Puglia con 5, il Lazio e la Toscana con 4; Campania, Piemonte, Lombardia con 3; Abruzzo, Calabria, Liguria e Veneto con 2; infine Basilicata, Marche, Sicilia e Valle d'Aosta con 1.
La due giorni di incontri e lezioni, svoltasi nel sito di Baunei (Ogliastra), ha permesso di formare e informare le guide turistiche sulle modalità migliori per raccontare ai turisti il fascino delle grotte, con una serie di prove pratiche nelle grotte turistiche di Su Marmuri a Ulassai. All'incontro hanno partecipato i massimi esperti italiani del settore: tra cui Claudio Calzoni, della Società speleologica Baunese e responsabile della Grotta del Fico di Baunei, Francescantonio D'Orilia, presidente Agti, Giampietro Marchesi, presidente Ssi (Società speleologica italiana), Vittorio Verole Bozzello, presidente onorario Agti.

 

 

LEGGI ANCHE: Miniere e siti estrattivi, la Liguria approva il dl per valorizzazione a fini turistici

Sardegna, traffico aereo in crescita nel 2014

 

Fonte foto: http://www.grotteturistiche.it/it/grotte/33-grotta-di-su-marmuri