fbpx

Saldo netto di 1,774 miliardi di euro nella bilancia dei pagamenti turistica di giugno, dice Bankitalia, ma nei primi sei mesi del 2014 il disavanzo è stato minore rispetto a quello 2013

La bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di giugno 2014 un saldo netto positivo di 1.774 milioni di euro: l'anno scorso si era registrato a giugno un disavanzo di 1.760 milioni (le spese considerate escludono il trasporto internazionale).
Secondo quanto evidenziato nel rapporto mensile sul turismo internazionale dell'Italia della Banca d'Italia, le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, pari a 3,634 miliardi, sono aumentate del 5,4%, mentre quelle dei viaggiatori italiani all'estero, che ammontano a 1,86 miliardi, sono cresciute del 10,3%.
Ma mentre i dati ancora non ufficiali indicano un calo per luglio e agosto del turismo italiano, a causa principalmente del maltempo, le notizie potenzialmente allarmanti arrivano dal primo semestre. Nel periodo gennaio-giugno 2014, infatti, si è registrato secondo Bankitalia un avanzo di 5.238 milioni di euro, a fronte di uno di 5.458 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente, una frenata quindi di 220 milioni di euro. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 14.733 milioni, sono aumentate del 3,6%; quelle dei viaggiatori italiani all'estero, per 9.495 milioni, sono cresciute dell'8,3%.
Nel primo semestre 2014, limitatamente ai viaggiatori pernottanti, la spesa pro capite giornaliera degli stranieri, pari a 103 euro, è aumentata del 5,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente; quella degli italiani all'estero, pari a 74 euro, è cresciuta del 4,2%.
Altro campanello d'allarme per i pernottamenti: sempre con riferimento ai soli viaggiatori pernottanti, la durata media del viaggio per gli stranieri (6,2 giorni) è diminuita del 3,1%; per gli italiani è rimasta sostanzialmente stabile (9,7 giorni, +0,4%).

 

LEGGI ANCHE: Bankitalia: in 15 anni dimezzato il surplus turistico dell'Italia