fbpx

Come si può essere sicuri che un investimento nel turismo sia socialmente responsabile e pienamente sostenibile? Quali sono i fattori principali da tenere in considerazione quando si vuole fare un investimento nel turismo che non danneggi ambiente e società?


A rispondere ci prova Isabelle Cabie, a capo della sezione "investimenti responsabili" nella compagnia newyorkese Candriam. Cabie ha stilato un vero e proprio decalogo, con i "10 temi chiave che gli investitori dovrebbero considerare nel turismo sostenibile", pubblicato dal Guardian.
"Un investitore socialmente responsabile è costantemente alla ricerca di un equilibrio tra il potenziale profitto di un'organizzazione e la sostenibilità del suo modello d'affari. E quando si parla di turismo, questo porta a considerare strategie complesse" scrive Cabie. "Questo settore è eterogeneo e segmentato, includendo ristorazione, hotel, resort e servizi legati ai viaggi. Tuttavia, ci sono temi comuni all'intero settore. I cambiamenti climatici, la mancanza di risorse, la ricchezza e il benessere: tutti elementi che incidono sull'attrattività di un'azienda"

 


Ed ecco questi dieci temi da considerare prima di investire in un turismo che sia realmente sostenibile e responsabile:

 

1. Emissioni di sostanze inquinanti. "Anche se il settore turistico può non essere uno dei maggiori colpevoli dell'inquinamento, lo sviluppo dei viaggi e dei collegamenti aerei internazionali ha contribuito alle emissioni nocive" scrive Cabie, secondo la quale bisogna tenere presente il crescente interesse del mondo verso la riduzione dell'inquinamento che potrebbe anche danneggiare aziende non in linea con nuovi parametri.
2. Consumo di energia e sprechi d'acqua. "Il turismo, specialmente negli hotel, tende ad avere alti livelli di consumi energetici, con una correlazione tra alberghi di lusso e aumento del consumo di elettricità e acqua" e come conseguenza "un investitore farebbe meglio a valutare hotel di categoria inferiore che possano monitorare meglio il consumo di energia e di acqua".
3. Creazione di lavoro e contributo all'economia locale. "L'industria del divertimento è una delle principali fonti economiche in molti Paesi emergenti e in via di sviluppo, con un contributo che secondo UNWTO arriva al 9% del Pil globale". Per questo, la qualità di un'azienda è connessa alle comunità locali, e la collaborazione con le autorità del luogo è spesso un fattore chiave per la competitività.
4. Condizioni di lavoro. "L'industria turistica può essere una significativa fonte di occupazione, ma può anche essere sinonimo di pessime condizioni di lavoro e di bassi salari, soprattutto nell'ambito alberghiero e della ristorazione". Le aziende tendono quindi a soffrire la difficoltà di reperire forza lavoro qualificata, con tassi di turnover nel personale che alla fine generano alti costi di reperimento di dipendennti e di declino della produttività.
5. Responsabilità nelle fonti. "L'accresciuto interesse dei consumatori verso la sostenibilità ha portato il settore a comunicare più apertamente verso i fornitori e i clienti" basti pensare all'avviso sullo spreco di acqua negli hotel. Quindi un investitore responsabile dovrebbe fare estrema attenzione ai criteri d'acquisto delle aziende, per evitare danni all'ambiente, soprattutto nel comparto alimentare.
6. Franchising e catene di hotel. "L'industria alberghiera ha visto un grande sviluppo del sistema di franchising. Si suppone che tale cambiamento sia invisibile al cliente finale, ma influenza comunque la gestione delle questioni ambientali e sociali a livello locale". E un investitore responsabile non deve mai dimenticare la crrelazione tra soddisfazione dei clienti e motivazione dello staff.
7. Ricchezza e benessere. "La prevenzione dell'obesità e le allergie alimentari stanno attirando l'attenzione anche delle autorità sanitarie" afferma Cabie "Alcune catene di fast food hanno speso milioni per offrire metodi di preparazione più salutari che non pregiudichino il gusto" per questo bisogna sempre considerare questo genere di operazioni per non essere accusati di non considerare la salute dei consumatori.
8. Sicurezza alimentare. "Le aziende del comparto alimentare devono assicurare piena tracciabilità e condizioni di igiene dei propri prodotti" ragion per cui è indispensabile pianificare misure preventive per un'azienda pienamente sostenibile.
9. Sicurezza informatica. "Gli investitori socialmente responsabili devono anche considerare quanto le aziende siano preparate a prevenire attacchi ai dati confidenziali dei clienti" se vogliono evitare effetti devastanti sulla reputazione ed effetti negativi sui bilanci.
10. Evasione fiscale. "A causa della complessità finanziaria del settore turistico, le leggi considerano l'evasione fiscale un grave problema" che un investitore responsabile dovrebbe sempre e comunque tenere a mente.

 

LEGGI ANCHE: Che cos'è il turismo responsabile?

Che cos'è il turismo sostenibile?

Il turismo fa male al mondo