fbpx

Contrastare le brutture urbane, rigenerando ogni angolo della regione e coinvolgendo tutti, per riscoprire e riqualificare le meraviglie pugliesi dimenticate

La qualità della vita è un elemento fondamentale per i territori, siano essi borghi, cittadine o grandi città. La bellezza che si contrappone al degrado, come spirito guida di un cambiamento che coinvolge tutti i cittadini, con l’intento di riqualificare e rigenerare il tessuto urbano.

In Puglia è stato elaborato un disegno di legge sulla valorizzazione dei territori che prevede la partecipazione e la condivisione di idee e progetti che possano donare dignità ai luoghi dimenticati. La Legge sulla Bellezza è un’idea semplice ma estremamente interessante, che ha lo scopo di alzare la qualità della vita attraverso progetti, opere ed interventi. In questa fase c’è il coinvolgimento degli attori del territorio, i quali fino a settembre avranno la possibilità di dare suggerimenti per contrastare il degrado, accrescere la bellezza dei territori e dare corpo a questa legge, alla cui approvazione si arriverà entro la fine dell’anno.

Il lavoro svolto verrà raccontato in un docufilm che verrà curato dall’Apulia Film Commission, proprio per condividere l’intero iter con tutti gli stakeholders. La legge, composta da 4 titoli, 23 articoli e un preambolo ha lo scopo di riqualificare l’ambiente, eliminando ogni traccia di bruttezza dai territori. Il Tavolo della Bellezza è formato da vari esperti (docenti, accademici, giuristi, architetti, ingegneri, antropologi, economisti ed esperti d’arte) che a titolo gratuito hanno valutato la bontà dell’iniziativa che mette al centro la partecipazione attiva, la qualità dell’ambiente e l’importanza del decoro urbano. L’assessore regionale alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio, crede molto in questa iniziativa ed ha annunciato che il lavoro svolto in questi mesi sarà presentato in occasione della prossima Fiera del Levante, importante evento fieristico, arrivato all’edizione 82, che si svolge ogni anno a settembre a Bari.

debora calomino 180x226

Debora Calomino

Twitter @CalominoDebora