fbpx

Sicilia, Trentino, Sardegna e Piemonte le più virtuose secondo uno studio dedicato all'efficienza energetica e al turismo sostenibile

L'attenzione verso l'ambiente e la sua tutela si spargono sempre più a macchia d'olio in tutti i settori della vita quotidiana. Il turismo non fa eccezioni, infatti le strutture ricettive seguono la tendenza ad avere un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità.

Secondo uno studio portato avanti da Avvenia, società del gruppo Terna, che ha analizzato l'andamento del turismo sostenibile, in Italia le strutture ricettive che hanno seguito alla lettera i criteri fissati da Ecolabel (il marchio che per eccellenza certifica quelle imprese turistiche attente ai criteri ambientali, con dei nuovi parametri entrati in vigore nel settembre 2018) sono diminuite rispetto agli anni precedenti, ma ciò accade quando entra in vigore una nuova normativa. Secondo il Sustainable Travel Report 2019, più del 70% degli intervistati vorrebbe provare alberghi e location green, una sorta di effetto Greta Thunberg, un risveglio delle coscienze generale che porta a valutare con più attenzione le scelte quotidiane, al fine di preservare l'ambiente.

Il podio per il maggior numero di strutture ricettive che hanno ottenuto la licenza Ecolabel è della Sicilia, che ne conta ben 12; segue il Trentino con 10 licenze, al terzo posto la Sardegna con 5, quarto classificato il Piemonte con 4. L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ha pubblicato un elenco per l'estate 2019 nel quale sono inserite 40 strutture ricettive tra alberghi, campeggi, rifugi, agriturismi, residence, b&b, ostelli e appartamenti che rispondono a criteri di efficienza energetica con l'abbattimento di emissioni di Co2, l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili, criteri gestionali e ottimizzazione delle risorse idriche, monitoraggio dei consumi, utilizzo dei prodotti locali e biologici, riduzione della produzione dei rifiuti.

L'Italia ha mostrato grande sensibilità per i temi ambientali e di conseguenza i suoi operatori turistici si stanno muovendo al fine di ottenere le licenze Ecolabel, strumento fondamentale per certificare il loro interesse verso il pianeta.