fbpx

I dati della Camera di Commercio Milano, Monza Brianza e Lodi confermano la leadership nazionale

Secondo i dati più recenti (primo trimestre 2019) la Lombardia è la regina del turismo in Italia. Lo certifica la Camera di Commercio Milano, Monza Brianza e Lodi analizzando i numeri delle imprese operanti nei settori ristorazione e alloggio: in Lombardia sono 55.455 e rappresentano il 14,2 % sul dato nazionale (389.702). Tra le prime venti province italiane 3 sono lombarde: Milano è seconda, Brescia settima, Bergamo al quattordicesimo posto.
Questo segmento del turismo ha visto una crescita continua con un aumento annuo dell’1% e del 7% rispetto al 2015 su base nazionale.

La classifica delle regioni conferma la Lombardia al primo posto, vede al secondo il Lazio con 43.290, +12%, terza la Campania con 37.323 imprese, +11%.
Gli aumenti più significativi del numero di imprese attive nei settori ristorazione e alloggio si sono registrati al Sud, in Sicilia, +16%, Basilicata, +11% Puglia, +11%, Campania, +11% e Sardegna, +9%.

In numeri assoluti prime Roma (33.479 imprese, +15% in quattro anni), Milano (19.601, +1,5% in un anno, +10% dal 2015), Napoli (19.082, +14%), Torino (13.252, +2%). Seguono Salerno con 9 mila imprese, Bari e Brescia con 8 mila, Venezia, Bolzano e Firenze con 7 mila.

L’indiscusso primato lombardo dimostra quanto il settore sia importante per una regione che punta a sviluppare il tema della formazione delle figure professionali in ogni ambito turistico. Provvedere a una buona ospitalità rappresenta il valore aggiunto all'attrattività di un territorio.

A livello regionale, Varese fa registrare 4.136 imprese, delle quali 189 nell'alloggio e 3.947 nella ristorazione, con una variazione del -0,4% rispetto al 2018. A seguire, ecco Monza con 3.486 imprese (117 alloggi, 3.369 nella ristorazione, +0,5%); Como con 3.298 aziende (353 alloggi, 2.945 nella ristorazione; +0,8%); Pavia con 2.963 imprese (118 alloggi, 2.845 nella ristorazione; -1%). E ancora: Mantova con 2.045 imprese (121 alloggi, 1.924 nella ristorazione; -1,8%); Cremona con 1.796 aziende (44 alloggi, 1.752 nella ristorazione; +0,7%); Sondrio con 1.785 esercizi attivi (685 alloggi, 1.100 nella ristorazione; +1,2%); Lecco con 1.592 aziende (167 alloggi, 1.425 nella ristorazione; -0,3%); Lodi con 988 imprese (23 alloggi, 965 nella ristorazione; +0,8% rispetto al primo trimestre del 2018).