fbpx

Cultura e turismo religioso oggetto di un tavolo di lavoro tra province autonome di Trento e Bolzano, regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia e Conferenza episcopale del Triveneto

Approvato dai vari enti coinvolti l’accordo per la costituzione di un Tavolo di lavoro per la valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico e lo sviluppo del turismo religioso. Vi partecipano la Conferenza episcopale del Triveneto, le province autonome di Trento e Bolzano e le Regioni Friuli-Venezia Giulia e Veneto. Il Tavolo è un organo collegiale consultivo che ha la durata di cinque anni ed è inserito all'interno di un protocollo d'intesa sottoscritto nel 2017 tra la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e la CEI (Conferenza Episcopale Italiana), per la definizione di politiche comuni e iniziative concertate nell'ambito del turismo religioso, costituendo forme di collaborazione stabili tra le amministrazioni e la stessa CEI. Obiettivo principale è la definizione di itinerari turistico-religiosi, interculturali e interreligiosi, con un'attenzione particolare allo sviluppo di un turismo sostenibile e di qualità, agevolando l'accessibilità per tutti e la formazione degli operatori turistici e culturali.

In un Paese come l’Italia, che conta 100 mila chiese e 1700 santuari, il turismo religioso o devozionale è sempre più intrecciato con la cultura e in questo senso la domanda è in continuo aumento. Ma resta un settore ancora da esplorare e che ha grandi margini di crescita. Per questo il Tavolo del Triveneto può dare grandi opportunità per mettere in relazione luoghi e professionalità creando nuovi business. Soprattutto i giovani saranno al centro di questo processo.