fbpx

Consentirà il monitoraggio e l’educazione alla salvaguardia del patrimonio culturale, in particolare dei beni archivistici e librari. Previste anche nuove app per il turismo culturale

Nasce in Piemonte un ecosistema digitale per sviluppare modalità innovative di ricerca tra enormi masse di documenti, di dati strutturati e di informazioni. È il frutto di un accordo tra l’Assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, l’Istituto per il lessico intellettuale europeo (ILIESI) di Roma, l’Istituto di Informatica e Telematica (IIT) di Pisa e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Di questa collaborazione di ricerca scientifica, finalizzata allo sviluppo di nuovi sistemi di promozione e gestione dei beni culturali, il maggior beneficiario sarà il turismo culturale attraverso varie applicazioni mobili.

L’Ecosistema digitale coordinerà un insieme di applicativi per la descrizione dei beni culturali, la raccolta di oggetti digitali, la gestione dei dati e delle informazioni e la loro fruizione sul web sia per un pubblico professionale, sia per cittadini e studenti.

Tra gli obiettivi immediati del progetto legato ai big data c’è il potenziamento del sito www.giornalidelpiemonte.it che fa riferimento al Consiglio regionale. Online dal marzo 2016, il portale contiene l’archivio di circa cento periodici locali piemontesi in formato digitale: un patrimonio di oltre 2,5 milioni di pagine a disposizione di tutti per lo studio e la consultazione, grazie alla collaborazione con gli editori, la FIPEG (Federazione italiana piccoli editori giornali) e le Biblioteche civiche. Gli archivi dei giornali locali, proprio per la loro continuativa e capillare presenza territoriale, costituiscono un bene di grande interesse dal punto di vista sociale, economico, culturale e storiografico. Attraverso il sito web è possibile effettuare ricerche semplici e avanzate e sfogliare intere edizioni dei giornali; inoltre i risultati possono essere memorizzati in un’area personale ed essere salvati in formato pdf. Con lo sviluppo dell’ecosistema digitale tutto sarà più facilmente fruibile anche in modalità mobile.

Nell’Ecosistema digitale dei beni culturali del Piemonte confluiranno saperi, video, suoni, documenti, libri, giornali, beni artistici, architetture, paesaggi, racconti che saranno poi utilizzabili, anche con restituzione multilingua, sia in maniera aggregata, sia per singolo dato. “Tutto questo lavoro è finalizzato alla promozione della nostra cultura che è all’avanguardia e continuerà ad essere motore del cambiamento del nostro Paese” commenta Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione.