fbpx

Red Bull e Polignano a Mare, un rapporto sempre più consolidato

Le singolari coste di Polignano a Mare ospiteranno per la sesta volta le sempre più agguerrite gare del Red Bull Cliff Diving World Series. La competizione di tuffi, che vede 24 audaci diver catapultarsi da ben 27 metri a strapiombo sul mare, offrirà il suo spettacolo il 2 giugno 2020.

Dall’iconica casa di Pietro L’Abbate, dove gli atleti attendono prima di raggiungere la postazione, al caloroso quanto unico affetto del pubblico, la città di Polignano conferma la sua collaborazione con il marchio Red Bull. Uno degli eventi promossi dal brand austriaco più seguiti al mondo. Ad annunciarlo sono la stessa Red Bull e Pugliapromozione Agenzia del Turismo della Regione Puglia alla B.I.T. (Borsa Internazionale del Turismo) di Milano.

Il legame fra la città e la manifestazione è sempre più consolidato, così come il rapporto tra il pubblico italiano e gli atleti. Non è un caso la data scelta, la stessa del 2019. La festa della Repubblica Italiana darà la possibilità non soltanto ai residenti pugliesi ma a tutti gli affezionati spettatori italiani di ammirare le splendide gesta dei diver internazionali. Un’ottima data per far risplendere le bellezze del territorio pugliese e l’intera nazione, andando a concentrarsi sempre di più sul concetto di italianità. Inoltre, la data inaugurerà la stagione estiva, mentre il 23 settembre 2018, ne decretò la chiusura.

Un grande evento non soltanto per Polignano a Mare, ma anche per Red Bull. Marco Gobbi Pansana, Head of Digital&Communication Red Bull Italia ha commentato così: “Possiamo affermare con certezza che Polignano a Mare è ormai diventata la casa italiana della Red Bull Cliff Diving World Series. Un luogo unico al mondo non solo per il paesaggio, ma soprattutto per lo straordinario calore con cui le persone ogni anno accolgono l’evento. Polignano ci accoglie con il suo abito migliore e noi di Red Bull contribuiamo alla massima valorizzazione della località con una visibilità ampia e diffusa a livello nazionale ed internazionale. Lo dimostrano i risultati: solo nel 2018, l’evento è stato visto da oltre 300 milioni di persone in tutto il mondo per un valore di eventuale investimento marketing di oltre 4 milioni di euro.

Una fruttuosa collaborazione figlia di una grande connessione fra il pubblico e il privato. Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio Regione Puglia ha spiegato: “Il termine che mi piace sottolineare è ‘insieme’ perché solo con la collaborazione tra pubblico e privato si riescono a raggiungere risultati senza precedenti. Il nostro modello di vita, le nostre eccellenze sono state veicolate in tutto il mondo anche grazie allo spettacolo degli atleti che partecipano alla Red Bull Cliff Diving World Series”. A ribadire il concetto di interconnessione ci ha pensato il Sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto: “Un dialogo proficuo tra enti pubblici e aziende private che continua a generare risultati vincenti per tutti”.

Approdato nel 2015, l’evento ha portato benefici inaspettati e incredibilmente in crescita. Loredana Capone, Assessore Regionale al Turismo Regione Puglia ha confidato dati davvero positivi: “Dal 2015 al 2019 abbiamo registrato una crescita del 41% nel comparto del turismo nella nostra Regione. Guardando a questi dati uno sguardo più ampio, capiamo che è il frutto di un lavoro corale che vuole proporre emozioni come quelle che il Red Bull Cliff Diving regala a chi lo vive e che diventa un modo e un motivo per scoprire molto di più del territorio. Abbiamo lavorato molto bene insieme in questi anni e i risultati sono arrivati. Accoglienza, cucina, mare, cielo, luce… in una parola emozioni.
Anche quest’anno sono previste più di 70.000 persone. Opportunità e collaborazioni, l’evento targato Red Bull e Polignano a Mare è pronto a diventare una vetrina per il turismo internazionale in Italia.

Matteo Di Venere - Scuola Holden

 

Immagine di copertina di Romina Amato Photography