fbpx

A Londra il Palazzo di Westminster in affitto per le feste. E se provassimo con le nostre Grandi Bellezze?

Parlamento in affitto: Westminster, sede della Camera dei Comuni e di quella dei Lords a Londra. L'annuncio non lo troveremo sui classici portali di viaggi, ma se si vuole organizzare un party nello storico palazzo inglese da oggi si può (come potete leggere su Repubblica).

In un periodo di crisi e di spending review, perché non prendere esempio dagli inglesi? Creiamo BookingCamera, un portale web per fittare Palazzo Madama e Palazzo Montecitorio, camere a 5 Stelle e servizi di lusso per dare ossigeno alle nostre casse e rientrare un po' delle spese di gestione.

Il parlamento britannico ha bisogno di soldi, per il funzionamento ordinario e soprattutto per i lavori di restauro che necessita il Palazzo, e così per trovare i 65 milioni di sterline l'anno (circa 75 milioni di euro) necessari, Westminster mette in affitto le proprie sale per feste, cene e ricevimenti. Da 1500 a 15.000 sterline per tutta la giornata (in base alla sala scelta), da 500 a 7000 sterline per una serata, catering escluso.
Un listino prezzi non esattamente alla portata di tutti, ma la lista d'attesa è già lunga per questa neonata iniziativa. La prima azienda a sfruttare l'occasione è stata la banca statunitense JP Morgan, ma le prenotazioni non mancano.

Quanto ai motivi che hanno portato a tale decisione, secondo qualcuno sono da ricercare nella riscoperta morigeratezza dei parlamentari britannici. Come spiega Repubblica, infatti, "un tempo dopo ogni seduta si trasferivano in massa ai bar e ai ristoranti di Westminster, per abbondanti libagioni di cibo e (soprattutto) di alcol. Ma adesso, si lamenta Paul Flynn, un laburista veterano della camera dei Comuni, autore di un ironico libretto di consigli ai deputati novellini, 'non beve più nessuno, gli scandali degli ultimi anni su rimborsi spese truccati ed eccessi di stile di vita hanno trasformato i nostri legislatori in monaci astemi'. Così, bar e ristoranti di Westminster restano vuoti, e le loro casse restano senza soldi".
Gianluca DatiSenza la compagnia di rumorosi e alticci parlamentari, ora è quindi possibile concedersi una serata in uno dei più bei palazzi di Londra. E il circuito si potrebbe allargare alle nostre Grandi Bellezze per feste e ricevimenti: sfruttando l'onda della nostra popolarità internazionale, potrebbe essere un successo da Oscar.

 

Gianluca Dati - Mailander

Twitter @GianlucaDati

 

LEGGI ANCHE: Parigi e Londra, esplode la guerra del turismo

Italiani in viaggio: a Londra per studiare, in Spagna per fare fiesta