fbpx

Fino al 31 agosto è possibile partecipare a Coopstartup Rigeneriamo Comunità, in palio: formazione, tutoraggio e supporto

Una delle prime cooperative di comunità al mondo è nata in Italia 28 anni fa. Si chiama Valle dei Cavalieri e si trova a Succiso, un piccolo borgo sull'Appennino Tosco-Emiliano, nella provincia di Reggio Emilia. Ha meno di cento abitanti ma è stato capace di reinventarsi grazie alla volontà dei giovani che non hanno accettato la chiusura di tutti i negozi e i luoghi di aggregazione presenti. Queste motivazioni hanno permesso negli anni di creare e promuovere un agriturismo, un ristorante, un'azienda agricola, un impianto fotovoltaico ma anche l'acquisto di un pulmino utilizzato come scuolabus e per il rifornimento di medicinali per gli anziani del paese. Un modello vincente dal quale hanno preso spunto in molti in Italia ma anche all'estero e che può essere da esempio per nuove realtà come quelle a cui si rivolge il bando Coopstartup Rigeneriamo Comunità. Si tratta di un progetto nazionale, promosso da Legacoop e Coopfond insieme a Cooperative di Comunità, Banca Etica e Finanza Etica, che si rivolge in particolare alla promozione delle aree interne, piccoli comuni, aree urbane degradate, aree agricole abbandonate, aree naturalistiche ma anche di quelle di interesse storico, paesaggistico e culturale attraverso la creazione e il consolidamento delle cooperative di comunità.

Formazione, tutoraggio, accompagnamento, agevolazioni e accellerazione d'impresa sono i premi in palio del bando che si rivolge a gruppi composti da almeno 3 persone per costituire un’impresa cooperativa aderente a Legacoop oppure a cooperative costituite a partire dal 1° gennaio 2018, aderenti a Legacoop.

Le candidature dovranno essere presentate online compilando e inviando il modulo di adesione entro e non oltre le ore 14 del 31 agosto 2019. Tutte le informazioni, il regolamento e le modalità di candidatura sono disponibili sul sito https://rigeneriamocomunita.coopstartup.it/