fbpx

Accordo siglato dall’associazione fondata da Carlo Petrini e dalla Regione Lombardia per diffondere la conoscenza delle produzioni locali e della biodiversità

Una collaborazione formale per la difesa dell'agroalimentare legato al territorio e alla produzione sostenibile è stata avviata dalla Regione Lombardia, Assessorato Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi con il movimento territoriale Slow Food Lombardia, mediante un protocollo d’intesa siglato a Milano. L’accordo prevede un lavoro congiunto nell'organizzazione di eventi per la diffusione delle conoscenze relative alle produzioni locali, tradizionali e della biodiversità. Saranno messe in risalto in particolare le piccole produzioni tradizionali locali della regione, come i 45 prodotti dell'Arca del Gusto Slow Food.

Oggi Slow Food Lombardia conta 29 condotte: 15 presidi territoriali e 14 comunità del cibo. L'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) della Regione Lombardia comprende 251 referenze. Sono 20 i prodotti della Lombardia che hanno ottenuto la protezione comunitaria come denominazione d'origine protetta (DOP), mentre 14 si fregiano dell'indicazione geografica protetta (IGP). Le Olimpiadi del 2026 daranno un ulteriore slancio alla valorizzazione di questi prodotti.

Regione e Slow Food si impegnano a sensibilizzare produttori, commercianti e operatori della ristorazione e del settore turistico-alberghiero, in particolare di coloro che lavorano nelle aree fragili della Lombardia al recupero dei prodotti di qualità e alla valorizzazione delle tradizioni del territorio anche attraverso corsi di formazione comuni.

Il Protocollo d'intesa ha validità fino al 31 dicembre 2021.