fbpx

Nonostante le guide, le app per smartphone e la tecnologia 2.0, quando si visita una località, sia essa italiana o straniera, è fondamentale il rapporto con gli abitanti, veri “angeli custodi” dell’accoglienza: è a loro che i viaggiatori si rivolgono per conoscere i luoghi da visitare, i ristoranti dove mangiare o i percorsi da fare meno noti al grande pubblico.

Ed è proprio sullo spirito d’accoglienza dei cittadini che puntano gli ideatori del sito Angels for travellers, un portale per trovare, come recita il claim del sito, “un amico nella città che vuoi visitare”: comuni cittadini che offrono informazioni, consigli di viaggio, suggerimenti e in alcuni casi forniscono ospitalità ai turisti in visita nella loro zona. Un vero social network, a cui ci si può rivolgere per decidere dove trascorrere una vacanza, che cosa vedere e che cosa evitare.

Il progetto nasce con lo scopo di implementare l’offerta qualitativa dei servizi turistici e di promuovere un marketing del territorio a costo zero, fondato sulla volontaria e gratuita adesione di chi vuole fornire consigli e suggerimenti sulla propria città. Alla community ci si può iscrivere per proporsi come “angelo”, mentre i viaggiatori possono interrogare gli angeli su qualunque argomento relativo alla località da visitare, magari chiedendo ospitalità proprio a qualcuno tra i volontari del sito.

L’iniziativa di Angels for travellers non si limita allo spazio virtuale del web: l’idea, infatti, è quella di creare una vera rete di angeli stanziali, riconoscibili attraverso un adesivo azzurro posto di fronte a una porta o a una vetrina di un negozio, così da poterli contattare direttamente in loco.

Il progetto è stato accolto con entusiasmo da diverse realtà già operative sui territori del Sud Italia nel settore della promozione turistica: tra le località più attiva ci sono infatti Napoli, Matera, Catania, Pompei, Sorrento, Ercolano, Gargano e i Monti Dauni, Capaci, Ischia e Procida. Tra le associazioni che hanno aderito ci sono poi associazioni di spicco come Addio Pizzo Travel e Core in Sicilia, Il Vagabondo in Basilicata e in Campania, Hub in Puglia, Irpinia Turismo e Napoli Città Visibile in Campania. Una rete di angeli che cresce sempre più, per un marketing territoriale a misura di cittadini.