fbpx

Lunedì 19 gennaio parte il progetto di Viale Mazzini e MiBACT sulla bellezza delle città, da Milano a Matera passando per le antiche Signorie. "L'ambizione è che si passi da un viaggio virtuale ad un viaggio reale" spiega il direttore di Rai Cultura


La Rai, in collaborazione con il Ministero di Cultura e Turismo, ha lanciato "Italia: viaggio nella bellezza", una serie di documentari e prodotti multimediali per diffondere una maggiore conoscenza del patrimonio artistico, storico e archeologico del Bel Paese. Il progetto realizzato da Rai Cultura si articola sulla base di una programmazione che prende il via nei prossimi giorni e che approda anche su Radio3, dove verrà inaugurato, da sabato prossimo, un nuovo spazio dedicato all'Arte, il programma "Museo Nazionale", in cui raccogliere in modo virtuale e narrativo cento opere d'arte in grado di raccontare la storia d'Italia.
In questo progetto "sono previsti 20 documentari, ma è solo l'inizio. Andremo ad esplorare i luoghi sconosciuti, musei minori e luoghi archeologici poco conosciuti. Tutte quelle realtà che fanno bella e grande l'Italia" ha spiegato Silvia Calandrelli, direttore di Rai Cultura. Calandrelli ha poi specificato che "i documentari sono in alta definizione perché immaginiamo la distribuzione internazionale di questo prodotto. L'intento è quello di mostrarlo anche ai cittadini stranieri".
"Ci saranno delle rubriche che accompagneranno il viaggio tra i tesori italiani. Ma soprattutto ci saranno delle app con un sistema di geolocalizzazione, delle vere e proprie guide" ha proseguito il direttore di Rai Cultura, chiarendo l'obiettivo del progetto: "L'ambizione è che si passi da un viaggio virtuale ad un viaggio reale".
La Rai ha scelto di partire con il racconto di due città, diverse per caratteristiche e storia, su cui nei prossimi mesi e anni saranno puntati i riflettori del mondo: Milano, sede dell'Expo 2015, e Matera, la capitale della Cultura nel 2019. Le due puntate speciali saranno trasmesse in anteprima su Rai Storia il 19 gennaio alle 22.30.
L'altro progetto che segna l'inizio di questa nuova iniziativa dell'emittente di Stato è una coproduzione Rai Cultura e Ballandi Multimedia, ovvero un appuntamento dedicato ad otto importanti sedi signorili: Firenze, Padova, Urbino, Ferrara, Milano, Mantova, Rimini e Verona (in onda a partire dal 19 gennaio alle 21.30 su Rai Storia). In ogni puntata sarà anche intervistato un cittadino illustre delle antiche Signorie: Milo Manara per Verona, Roberto Vecchioni per Milano, Raphael Gualazzi per Urbino, Sergio Staino per Firenze, Samuele Bersani per Rimini, Gianfranco Burchiellaro per Mantova, Folco Quilici per Ferrara, Novella Calligaris per Padova.
"Tutti dobbiamo chiederci se facciamo abbastanza per promuovere e difendere la bellezza. Dobbiamo far sì che si crei una forte sensibilità dei cittadini più giovani e si accresca nei più adulti. Occorre continuare ad impegnarsi e fare di più. Per la Rai la cultura è una parte fondamentale, è la sua missione", ha osservato il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi.

 

LEGGI ANCHE: Sostenibilità e diffusione, Franceschini "Il turismo italiano deve recuperare terreno"