fbpx

È stato avviato il progetto di razionalizzazione della promozione enogastronomica trentina: un'unica realtà che copre il 70% della superficie provinciale nasce dalla “fusione” delle strade di Vallagarina, Lago di Garda e Dolomiti di Brenta, Colline avisiane Faedo e Valle di Cembra, Piana Rotaliana, Trento e Valsugana.

Le cinque attuali Strade del Vino e dei Sapori del Trentino si fondono, dal primo gennaio 2013, dando vita a una nuova realtà. Si tratta di un progetto di riassetto della governance fortemente voluto dagli attori sociali del territorio e sostenuto con convinzione dall'assessore provinciale al turismo, Tiziano Mellarini, e dai vertici di Trentino Marketing. Un progetto che mira a “fare rete” e a ottimizzare la promozione, razionalizzando così i costi e coordinando maggiormente le azioni di comunicazione.

Il nuovo soggetto, denominato Strada del Vino e dei Sapori del Trentino e presentato presso Trentino Marketing, nasce dalla “fusione” delle precedenti strade di Vallagarina, Lago di Garda e Dolomiti di Brenta, Colline avisiane Faedo e Valle di Cembra, Piana Rotaliana, Trento e Valsugana. Un territorio che si estende su oltre 3600 kmq, e che grazie alla sua estensione può qualificarsi come uno dei soggetti di promozione enogastronomica più ampi a livello italiano. La scelta di riassetto organizzativo, inoltre, rappresenta un anticipo del percorso che molte realtà locali dovranno affrontare nei prossimi anni per superare il deleterio frazionamento attuale, reso lampante dal confronto con nazioni competitor dell’Italia nel settore turistico: se in Spagna e in Francia si trovano circa una ventina di Strade dei sapori, in tutta Italia se ne contano oltre 150.

“Questa unificazione – ha detto l'assessore Tiziano Mellarini – rappresenta un risultato molto importante, frutto di un percorso virtuoso finalizzato a fare sistema. Un'idea nata quattro anni fa, che nasce da precise considerazioni di marketing territoriale con l'obiettivo di far crescere l'agroalimentare trentino valorizzandone le potenzialità anche in chiave di comunicazione e promozione turistica”.

L'accordo per la realizzazione di questo progetto è stato raggiunto adottando il nuovo schema a tre soggetti, che salvaguardia le specificità di tutti i territori: accanto alla Strada dei Vini e dei Sapori permangono infatti quelle della Mela, che interessa le Valli di Non e Sole, e dei Formaggi, che comprende Fiemme, Fassa e San Martino di Castrozza.

 

___________________________________________________________

The Wine and Dine Road in Trentino. The project was launched to streamline the promotion of Trantino food and wine: a single reality which covers 70% of the province was founded by the "fusion" of the streets of Vallagarina, Lake Garda and the Brenta Dolomites, Avisiane Hills Faedo and Cembra Valley, Piana Rotaliana, Trento and Valsugana.