Regione Lombardia e Camera di Commercio stanziano 275.000 euro per percorsi religiosi e culturali nella provincia di Pavia

La Lombardia investe sul turismo lento attraverso cammini e cicloturismo. Lo conferma l’iniziativa promossa da Regione, Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Pavia rivolta a valorizzare percorsi culturali e religiosi a piedi o in bicicletta. Un progetto della durata di un anno del valore complessivo di 275.000 euro attraverso l’erogazione di un voucher per lo sviluppo del circuito di accoglienza per la valorizzazione dei percorsi religiosi, culturali e cicloturistici sul territorio della provincia di Pavia (Cammini religiosi e culturali e turismo lento) rivolto alle micro, piccole e medie imprese dei settori ristorazione e ricettività.

“Le risorse stanziate dalla Camera di Commercio (235.000, i restanti 40 mila sono della Regione) - ha sottolineato l'assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini - andranno a finanziare investimenti per la riqualificazione delle strutture.

Si tratta ad esempio di segnaletica e abbattimento di barriere architettoniche, allestimento di un parcheggio per biciclette, acquisti di attrezzature per la riparazione delle biciclette e ancora della realizzazione di una carta dei servizi ai pellegrini in almeno due lingue straniere, della formazione di personale in merito all'offerta turistica e culturale del territorio, con particolare riferimento alle vie di fede e culturali e a quelle di cicloturismo, e di attivazione di reti wi-fi, attivazione di altri servizi quali noleggio biciclette per lunghe percorrenze.
"Quello religioso è un turismo slow - spiega l'assessore - ed è uno dei settori più promettenti su cui Regione Lombardia sta investendo per consolidare e promuovere l'incoming nei centri urbani delle nostre città d'arte e nell'aree turistiche maggiormente caratterizzate dalla bellezza dei paesaggi e dal contatto con la natura”.