Ciclovia tirrenica itinerario

Sinergia tra Lazio, Toscana e Liguria per completare i 1200 km dell’opera. Progetto ora al vaglio del Ministero delle Infrastrutture per i finanziamenti mancanti. Completamento previsto entro il 2020

Si potrà pedalare da Roma a Ventimiglia (e viceversa) lungo una ciclovia di 1200 chilometri, dei quali 700 già percorribili, lungo le coste di Lazio, Toscana e Liguria, grosso modo il tracciato dell’antica Via Aurelia. È il progetto della Ciclovia Tirrenica, alla cui realizzazione stanno lavorando in accordo le tre regioni, che hanno firmato un apposito protocollo d'intesa. Nascerà così un itinerario di straordinario valore culturale, paesaggistico e naturalistico connesso con altri itinerari cicloturistici di interesse nazionale ed europeo.
L’accordo è stato siglato dai tre assessori regionali alle infrastrutture: Vincenzo Ceccarelli per la Toscana, Fabio Refrigeri per il Lazio e Giacomo Raul Giampedrone per la Liguria. Ora il protocollo dovrà passare al vaglio del Ministero delle Infrastrutture, da cui si attende un valore aggiunto economico.

Ma vediamo più da vicino alcune caratteristiche di ogni singola tratta regionale.

Il tracciato della Ciclovia Tirrenica nel Lazio è di circa 200 chilometri e tocca siti di rilevante valore archeologico come Tarquinia, borghi caratteristici e aree naturali protette come la Riserva Statale del Litorale Romano e il Monumento naturale Palude di Torre Flavia.

Il percorso complessivo della Ciclovia Tirrenica in Toscana è di circa 560 chilometri, compresi i collegamenti multimodali con stazioni ferroviarie e porti, tra cui quello di Piombino che permette di inserire nel tracciato anche l'Isola d'Elba. In Toscana la Ciclovia interessa siti archeologici come Populonia, borghi tipici, la Versilia e la Costa degli Etruschi, città d'arte come Pisa e aree naturali protette come il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e quelli regionali di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli e della Maremma.

In Liguria il tracciato misura circa 460 chilometri. Interessa importanti siti di valore archeologico e culturale tra cui i Balzi Rossi, Ventimiglia, Albenga e Luni, tocca borghi caratteristici e aree naturali protette (tra cui il Parco Nazionale delle Cinque Terre e quello Regionale di Monte Marcello Magra) e i tre siti UNESCO Beigua Geopark, Centro storico di Genova e Cinque Terre.

La Ciclovia Tirrenica, inserita nella rete ciclabile nazionale BicItalia (BI 16), è collegata con altre importanti ciclovie individuate nella rete europea "Eurovelo" e suggestive ciclovie nazionali della rete "Bicitalia". In particolare sarà connessa alle altre grandi ciclovie toscane Ciclopista dell'Arno e Ciclovia Francigena e agli itinerari Eurovelo 8 Mediterranea, Ciclovia Pedemontana, Ciclovia Svizzera mare, Ciclovia degli Appennini, Ciclovia Salaria, Ciclovia Fano – Grosseto, Ciclopista del Sole, Ciclovia Romea, Grande Raccordo Anulare in Bici (GRAB).

A regime la Ciclovia tirrenica – il completamento è previsto entro il 2020 - avrà una segnaletica uniforme e godrà di una promozione condivisa tra le tre regioni. Inoltre non è da sottovalutare il doppio valore dell’opera, sia turistico che a favore di una mobilità sostenibile, molto utile alle popolazioni dei territori attraversati.