guida turistica in piazza san pietro

Individuati i requisiti necessari per l’abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica e per il rilascio dell’abilitazione

La Conferenza delle Regioni, nella seduta dello scorso 2 febbraio, ha approvato le linee di indirizzo dei requisiti necessari per l'abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica e il procedimento di rilascio dell'abilitazione specifica per i siti di particolare interesse storico, artistico e archeologico. Lo scopo è rendere omogeneo a livello nazionale l’accesso alle procedure di abilitazione di cui all’articolo 8 del DM n. 565/2015.

In particolare sono state affrontate le disposizioni transitorie e finali per le abilitazioni delle guide che provengono da altre Regioni, guide con abilitazione provinciale, guide estere, guide con estensione dell’abilitazione dalle Regioni in precedenza organizzate su base provinciale.

Attenendosi alle linee di indirizzo, entro il 12 marzo le Regioni dovranno quindi fare uno o più bandi che tengano conto delle diverse tipologie di situazioni: a) guide con abilitazione provinciale; b) guide con abilitazione regionale; c) guide con abilitazione conseguita in altre Regioni e per le guide estere con diritto di stabilimento in Italia ottenuto attraverso misure compensative ; d) guide a cui, in virtù dell’esperienza acquisita durante il periodo transitorio, le Regioni - in precedenza organizzate su base provinciale - abbiano riconosciuto l'estensione dell’abilitazione su base regionale a seguito dell'adozione di uno specifico atto deliberativo.

La scelta maturata fra le Regioni e le Province Autonome prevede lo svolgimento della selezione solo per titoli senza attivazione delle prove pratiche previste dalla norma.