In Abruzzo un festival che unisce musica e natura, per un contatto autentico con l’ambiente e per fruire in modo originale il territorio dal punto di vista culturale e turistico

Natura e musica sono due elementi essenziali per la vita dell’uomo, capaci di regalare momenti di armonia e pace. In Abruzzo hanno pensato di unire questi due aspetti, creando un evento suggestivo ed emozionante, capace di valorizzare il patrimonio naturalistico. Paesaggi Sonori è un festival che coniuga musica e paesaggio, in cinque appuntamenti in altrettanti luoghi affascinanti abruzzesi. Attraverso questa iniziativa si darà la possibilità di fruire in modo diverso del territorio, coniugando la musica al paesaggio, considerato anch’esso un’opera d’arte.

L’idea innovativa è rendere l’esperienza nella natura immersiva ed emozionale attraverso l'ascolto della musica: esperienza in grado di coinvolgere tutti i sensi. In Paesaggi Sonori la natura diventa un teatro, nel quale la musica viene suonata in maniera semplice e diretta e il pubblico diventa parte integrante sia della performance che del paesaggio. I generi di questo festival itinerante sono diversi, proprio per permettere l’incontro tra anime differenti ed anche differenti generazioni.

Gli artisti che si esibiranno hanno mostrato interesse e sensibilità nei confronti della natura, della cultura, dell’ambiente e del paesaggio, attraverso la loro arte sono in grado di emozionare e raccontare il territorio in modo inedito. Anche il fatto di esibirsi senza pedane e palchi consentirà una migliore interazione tra musicista e pubblico, stabilendo tra loro un legame diretto. Un’iniziativa come Paesaggi Sonori è il risultato della collaborazione tra i vari attori presenti sul territorio: enti, operatori turistici, operatori culturali cooperano con il fine ultimo di promuovere le eccellenze. La realizzazione di questo festival è il frutto di un processo di sviluppo culturale e sociale, che vede il territorio abruzzese come un’opera d’arte da valorizzare e preservare in un’ottica sostenibile. Le location dedicate ai concerti verranno infatti raggiunte a piedi, seguendo dei percorsi di trekking, fino a arrivare ai teatri naturali che il paesaggio abruzzese offre. Si parte domenica 8 luglio sul Trabocco Sasso della Cajana, sulla scogliera, in un’atmosfera magica, seguirà l’evento sul Gran Sasso d’Italia il 22 luglio; appuntamento a Campo Imperatore per il 29 luglio; l’11 agosto sarà la volta di Rocca Calascio ed il 25 agosto a Fortezza Civitella del Tronto. Per conoscere i dettagli degli eventi organizzati è possibile consultare la pagina Facebook dedicata www.facebook.com/paesaggisonoriabruzzo 

debora calomino 180x226

Debora Calomino

Twitter @CalominoDebora

 

marketingdelterritorio.info è media partner del Festival dell'Ospitalità