Palermo

Scommettere sull’inclusione sociale dei giovani è il modo migliore per valorizzare la cultura

Nell’anno di Palermo “Capitale Italiana della Cultura – 2018” la Fondazione Sicilia ha messo a disposizione dei giovani un fondo di 175 mila euro destinati a progetti sulla fruizione dei beni culturali, l’arte, l’istruzione, la ricerca scientifica e lo sviluppo sostenibile.

Il bando vuole favorire fra i giovani la conoscenza dei beni culturali, la loro conservazione e il restauro, rendere le strutture scolastiche più accessibili e sicure, favorire l'inclusione degli studenti, incoraggiare la ricerca scientifica e accademica e valorizzare le eccellenze dell’isola.

I contributi previsti sono: 50mila euro per interventi di pubblico interesse legati all'arte, attività e beni culturali; 50mila euro per iniziative legate all'educazione, istruzione e formazione; 50mila euro per progetti di ricerca scientifica e tecnologica, sviluppo e innovazione; 25mila euro destinati a progetti di sviluppo sostenibile, protezione e qualità ambientale. Possono farne richiesta enti pubblici e privati senza fini di lucro, associazioni, istituzioni e cooperative che operano nei settori e con gli scopi indicati dalla Fondazione. Il modulo per le richieste potrà essere scaricato sul sito della Fondazione nella sezione "Bandi". Domande entro il 31 marzo.

La Fondazione Sicilia auspica che vengano presentati progetti che contribuiscano a preservare la memoria della comunità e a promuovere lo sviluppo socio-economico del territorio, che valorizzino beni culturali poco conosciuti, come archivi storici e biblioteche e che favoriscano l'inclusione scolastica e lo sviluppo in ambito scientifico e tecnologico.