Lanciato un bando di oltre un milione di euro per favorire l’aggregazione delle aziende

Agriturismi e fattorie didattiche dell’Emilia-Romagna hanno oggi l’opportunità di mettersi in rete e valorizzare le proprie produzioni agricole grazie a un bando del valore di un milione e 160 mila euro che la Regione ha approvato con delibera di Giunta 1268/2017. Obiettivo è incentivare l’offerta turistica e favorire l’aggregazione delle aziende. Ne sono beneficiari le associazioni, costituite da almeno dieci operatori agrituristici o di fattorie didattiche, che svilupperanno progetti comuni per promuovere e valorizzare aziende, prodotti e servizi offerti.

Il bando fa leva su iniziative dedicate: dall’uso di prodotti tipici o di produzione propria per la ristorazione o per realizzare menù di degustazione, alla promozione di prodotti di nicchia sia nell’offerta gastronomica che in vendita diretta. Per aumentare la qualità dell’offerta di ricezione e ospitalità vengono altresì promossi i servizi d'accoglienza mirati, il possesso di certificazioni di qualità aziendali, la valorizzazione di caratteristiche particolari (ambientali, culturali, sociali) in grado di rispondere a specifiche esigenze di mercato così come l’utilizzo di castelli, mulini, eremi o altri immobili di particolare valore.

Sono ammesse al finanziamento le spese per la partecipazione e organizzazione di fiere, sagre, eventi radio e tv, per l’accoglienza di tour operator, l’informazione cartacea e digitale e la pubblicità oltre a quelle di animazione, costituzione dell’Associazione e di attività di coordinamento delle aziende associate. Inoltre, le azioni di marketing rivolte al mercato estero e organizzate in collaborazione con altre associazioni di operatori e con Enti pubblici di promozione turistica saranno premiate con l’attribuzione di punteggi maggiori.
Il sostegno alle iniziative è pari al 70% della spesa ammissibile. Le domande possono essere presentate online fino al 27 novembre su piattaforma Siag di Agrea.