fbpx

L'amministrazione comunale stanzia 400.000 euro per finanziare proposte e idee della cittadinanza nel settore turistico. Le proposte saranno votate dalla cittadinanza stessa, le più votate diventeranno realtà


Il Comune di Grosseto stanzia 400.000 euro e li mette a disposizione dei cittadini che hanno idee e proposte per sviluppare il turismo locale. "Una forma di coinvolgimento diretto dei cittadini sulle decisioni che riguardano la città, un supporto alla redazione del bilancio comunale attraverso cui i partecipanti definiscono alcune priorità di investimento nel settore del turismo". Dal Comune maremmano spiegano così "Grosseto partecipa", un percorso innovativo avviato dall'amministrazione comunale: i cittadini potranno decidere come utilizzare i fondi partecipando ad un percorso che prevede incontri progettuali dedicati all'elaborazione di proposte che saranno poi sottoposte al voto della cittadinanza.
Gli interventi che potranno essere proposti, e che dovranno tenere conto del rispetto dell'ambiente, dell'accessibilità e dell'utilizzo di tecnologie che promuovono interventi mirati a tutta la comunità, riguardano opere infrastrutturali, di riqualificazione urbana e di valorizzazione nel settore turistico.
"Sono convinto che scelte condivise siano alla base della partecipazione dei cittadini alla vita pubblica: per questo abbiamo messo a disposizione una somma per finanziare le idee che, attraverso il percorso avviato oggi, saranno proposte dai cittadini e, dopo il vaglio degli uffici tecnici, sottoposte al voto dell'intera cittadinanza" ha spiegato il sindaco grossetano Emilio Bonifazi. Il suo vice, Paolo Borghi, ha aggiunto: "In questo modo introduciamo un elemento di partecipazione estremamente significativo all'interno del bilancio del Comune di Grosseto, che conterrà progetti concreti di sviluppo turistico a partire dalle proposte che i cittadini avranno valutato e votato come le più meritevoli".
Nelle sue modalità operative, spiegano ancora dal Comune, il progetto si sviluppa a partire da una suddivisione territoriale in sei zone: Marina e Principina, Alberese e Rispescia, Gorarella e Barbanella, Grosseto Pace e Centro, Istia d'Ombrone-Roselle-Batignano e infine Braccagni-Montepescali. In ognuna di queste zone si svolgeranno due tornate di incontri, di cui il primo aperto a tutta la cittadinanza, e il secondo riservato ad un campione di 90 cittadini rappresentativi dell'intera popolazione, scelti a partire dalle autocandidature. I progetti saranno poi valutati dal punto di vista della fattibilità tecnica ed economica e presentati in un incontro pubblico il prossimo 19 ottobre. Dal 20 al 31 ottobre si svolgeranno, presso l'ufficio relazioni con il pubblico del Comune e in altre sedi, le votazioni. Le proposte più votate saranno quelle che l'amministrazione si impegnerà a realizzare.

 

LEGGI ANCHE: Experience Etruria, 17 Comuni insieme per turismo e storia

Manciano, il borgo toscano che realizza 30 progetti turistici con la tassa di soggiorno

Bologna, il Comune al censimento degli alberi monumentali insieme ai cittadini

"Piacere, Milano" i milanesi chiamati a fare da ambasciatori e ciceroni

Molise, il Comune di Termoli chiede aiuto ai cittadini per foto emozionali