Lo rileva un’indagine commissionata dall’ENIT sulla percezione della nostra penisola in 18 diversi Paesi. L’Italia vince anche per qualità della vita, creatività e inventiva

Alla domanda “dove vorresti andare per una vacanza premio all’estero?” il 37% della popolazione mondiale risponde “in Italia” (ma raggiunge il 41% tra i ceti elevati), il 32% negli Stati Uniti, il 31% in Australia. Il Belpaese è dunque la meta più desiderata al mondo, secondo l'indagine "Be-Italy" commissionata da ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo all'istituto di ricerca IPSOS, che ha indagato percezione e immagine dell'Italia in 18 Paesi stranieri con una survey di 500 interviste online (200 tra i ceti elevati).

Ma l'Italia è anche il terzo Paese più conosciuto al mondo (per il 45% della popolazione mondiale, dopo Usa 49% e UK 47%) mentre il 57% del campione intervistato ha visitato il nostro Paese negli ultimi 6 anni. A produrre i maggiori flussi è la Germania (un terzo dei tedeschi è stato in Italia 3 o più volte). Inoltre il 29% della popolazione mondiale dichiara di avere pianificato un viaggio in Italia entro i prossimi 5 anni (45% fra i ceti elevati). Il dato sale al 54% se si considerano i ceti elevati dei Paesi definiti "prospect" (Cina, Russia, Turchia, India, Brasile, Sud Africa, Nigeria, Marocco).

be italy indagine sullattrattivit del paese 3 1024

Per quanto riguarda la tipologia del turismo, la maggior parte degli intervistati menziona come primo polo di attrattività quello delle grandi città storiche. Il 77% menziona tra le città “Top of mind” Roma, seguita da Venezia (59%) e Milano (48%, soprattutto citata da Giappone, Cina, Brasile e Africa). Seguono Firenze (35%), Napoli (23%), Torino (8%), Verona (7%). Se si considerano le regioni, le più conosciute sono Sicilia (54%), Toscana (50%) e Sardegna (37%), prima di Lombardia (22%), Veneto (20%) Calabria (18%), Lazio (18%), Piemonte (18%), Umbria (14%), Abruzzo (10%), Campania, Emilia Romagna, Liguria, Puglia (10%), Trentino Alto Adige (9%), Valle d’Aosta (8%), Friuli Venezia Giulia (7%), Basilicata (6%), Marche (4%), Molise (3%).

be italy indagine sullattrattivit del paese 35 1024

Sempre secondo l’indagine Ipsos, l’Italia è il primo Paese al mondo che viene associato a qualità della vita, creatività e inventiva, davanti a Canada, Australia, Cina e Stati Uniti. Sulla base del totale degli intervistati, il giudizio “molto positivo” sull’Italia si riscontra nel 29% del campione, un dato allineato a quello ottenuto da Germania, Gran Bretagna e Francia. L’apprezzamento per l’Italia sale al 42% tra i ceti elevati. Sommando il giudizio molto e abbastanza positivo l’Italia raggiunge l’84% e il 91% tra le fasce ad alto reddito (Germania 90% totale, 92% ceti elevati; Gran Bretagna 87%, 88%; Francia 87%, 88%). Il 23% riconosce nell’Italia il Paese della buona cucina, il 16% quello dei monumenti e della moda, il 15% della pittura/scultura, il 7% del design, il 5% della musica e del teatro. Solo il 3% associa lo sport all’Italia.

be italy indagine sullattrattivit del paese 3 1024

I Paesi coinvolti nell’indagine sono stati: Germania, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Polonia (Europa); Usa, Canada, Australia, Giappone, Emirati Arabi (Maturi); Cina, Russia, Turchia, India, Brasile, Sud Africa, Nigeria, Marocco (Prospect).