fbpx
usa tourism

L'ente pubblico-privato che si occupa della promozione del turismo Usa pubblica i risultati del proprio lavoro nel mondo. 3,4 miliardi di dollari di spesa sul territorio, e l'occupazione torna a livelli pre-crisi


"Brand Usa" è un ente misto pubblico-privato creato dal Congresso degli Stati Uniti nel 2010 per promuovere gli States come meta del turismo internazionale. Nei giorni scorsi ha pubblicato un'indagine condotta da Oxford Economics che mostra i lusinghieri risultati ottenuti da questa partnership, in grado di dare impulso al turismo e all'occupazione a stelle e strisce.
Nell'anno fiscale terminato a settembre 2013, spiega il report, le campagne di marketing di Brand Usa hanno generato un incremento di 1,1 milioni di visitatori negli Usa (il 2,3% in più). Questi turisti addizionali hanno speso in territorio americano 3,4 miliardi di dollari.
Questa "benzina", come la definisce Brand Usa, nei motori dell'economia statunitense ha prodotto 7,4 miliardi di dollari in vendite, 3,8 miliardi di Pil, e 2,2 miliardi in ricavati personali, contribuendo alla formazione di 5300 nuovi posti di lavoro. Facendo un rapporto tra investimenti (72 milioni di dollari) e risultati (3,4 miliardi), questi ultimi prevalgono per 47 a 1.
Anche la US Travel Association conferma la crescita dell'occupazione nel settore turistico, tornato ai livelli di impiego pre-crisi mentre molti altri comparti ancora lottano con la stagnazione economica: 7000 nuovi posti di lavoro a gennaio, con una revisione al rialzo delle stime per il 2014. Da quando la ripresa è partita, l'occupazione nell'industria dei viaggi è cresciuta con un ritmo del 19% superiore a quello del resto dell'economia, dove è stato ripreso solo l'88% dei posti di lavoro persi nella recessione.
"L'industria del turismo statunitense è una componente significativa del Pil nazionale. Il turismo internazionale non è solo una delle migliori leve in mano all'America per la creazione di lavoro e la crescita di export ed economia, i benefici si estendono molto oltre l'industria dei viaggi includendo attività commerciali, ristoranti, trasporti e altre imprese" ha detto Christopher Thompson, presidente e amministratore delegato di Brand USA. E sui risultati ottenuti dalla sua organizzazione, Thompson spiega con una battuta: "Non è più una questione di racconti e voci: le prove empiriche dimostrano che Brand Usa funziona".

 

LEGGI ANCHE: Il Grande Freddo in USA, il grande boom dei consumi culturali

USA, l'occupazione nel turismo torna a livelli pre-crisi

Bruno Caprioli - Anche la cultura e il turismo a stelle e strisce hanno bisogno del pubblico

 


Fonte foto: http://darkroom.baltimoresun.com/2012/11/obama-vs-romney-america-votes-for-next-president-in-2012-election/